19 Maggio 2022
PAC E IMPRESE ROSA, VERTICE A BRUXELLES CON LE DONNE COLDIRETTI

La nuova Pac per il lavoro femminile in agricoltura, l'uguaglianza di genere nelle aree rurali d’Europa e il sostegno all’imprenditorialità femminile sono i temi al centro della riunione della Commissione femminile del Copa dove in rappresentanza delle imprenditrici agricole italiane ha relazionato Francesca Gironi, responsabile Donne Coldiretti delle Marche.

Tra gli obiettivi principali della Commissione c’è quello di sollecitare gli Stati dell’Unione a elaborare piani concreti per l’attuazione dell’Obiettivo sulla parità di genere contenuto nel piano strategico della nuova Pac che accoglie definitivamente il principio sostenuto dalla Commissione Europea di guardare tutte le politiche attraverso un’ottica di genere: anche la politica di sviluppo rurale deve investire nel potenziamento delle capacità femminili per consentire uno sviluppo equo ma anche per sostenere l’effetto di “moltiplicatore del benessere sociale” che le donne producono quando vivono e lavorano nelle aree rurali.

Le donne che vivono nelle aree rurali d’Europa vivono ancora, infatti, una condizione svantaggio rispetto alle donne che vivono nelle aree urbane: è stato calcolato che in campagna, in media, le donne trascorrono 22 ore a settimana in attività lavorative non retribuite. Inoltre, in alcuni paesi i familiari che lavorano nelle aziende agricole (la maggior parte donne) non dispongono di una protezione sociale o di un riconoscimento giuridico e non sono coperti in caso di congedo di maternità o di incidenti sul luogo di lavoro.

Eppure i dati dimostrano che le aree rurali sono più attrattive per le donne, che in esse possono trovare opportunità di vita e lavoro, opportunità di fare impresa e fare crescere la propria attività. Sono infatti proprio le aree rurali che producono più ricchezza e benessere sociale diffuso per tutta la comunità. Per questo sostiene Donne Impresa Coldiretti è necessario identificare specifiche opportunità nella Pac, per aumentare le possibilità di accesso delle donne alla terra e migliorare le condizioni e la qualità del lavoro femminile in agricoltura.

SONDAGGIO

Ritiene che acquisterebbe cibi sintetici, come carne, uova, pesce o latte, qualora arrivassero sui banchi di vendita?

TERRAINNOVA

 

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi