18 Novembre 2020
COVID: COLDIRETTI PUGLIA, BENE FONDI UE PER PRIMATO GREEN PUGLIA; ANTICIPI PAC A 23MILA AZIENDE AGRICOLE

Erogati quasi 61 milioni di euro da Agea in sinergia con il CAA Coldiretti e sono in arrivo ulteriori decreti di pagamento per dare liquidità agli agricoltori

Con l’emergenza Covid che ha pesanti effetti sull’economia e il lavoro è arrivata una importante boccata d’ossigeno per 22.780 aziende agricole in Puglia con gli anticipi dei finanziamenti europei, fino al 70% degli interventi di Politica Agricola Comune (PAC). A darne notizia è Coldiretti Puglia, nel sottolineare che sono stati versati alle aziende agricole quasi 61 milioni di euro da Agea e sono in arrivo ulteriori decreti di pagamento per dare liquidità agli agricoltori. Si tratta di un risultato importante conseguito grazie anche al pressing Coldiretti che aveva sollecitato l’erogazione degli anticipi per garantire liquidità alle aziende in un anno critico per la filiera agroalimentare pugliese.

“L’anticipo del premio PAC raggiunge le imprese agricole in un anno particolarmente difficile, in cui le aree rurali stanno subendo la crisi causata dall’emergenza sanitaria, con costi pesanti per il welfare aziendale, dove nelle campagne sono stati spesi oltre 12 milioni di euro di mascherine e gel igienizzanti, con la carenza di personale e le mancate vendite di prodotti agroalimentari per la chiusura del canale di vendita dei ristoranti”, afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Le risorse europee vanno nella direzione già intrapresa dall’agricoltura pugliese che è sempre più green – afferma Coldiretti Puglia – e può vantare 5 oli extravergine di oliva DOP e l’IGP Olio di Puglia, 2 formaggi DOP canestrato e caciocavallo, 27 vini DOC, 4 DOCG e 6 IGP, la leadership nel biologico con oltre 266mila ettari coltivati e 9380 operatori bio, oltre a 299 prodotti riconosciuti tradizionali dal Ministero delle Politiche Agricole.

Occorre salvaguardare un settore chiave per la sicurezza e la sovranità alimentare soprattutto in un momento in cui, con l’emergenza Covid -19, il cibo ha dimostrato tutta la sua strategicità – aggiunge Coldiretti Puglia - per difendere l’Europa dalle turbolenze provocate dalla pandemia che ha scatenato corse agli accaparramenti e guerre commerciali con tensioni e nuove povertà, un obiettivo che può essere raggiunto solo garantendo un budget adeguato a sostegno degli agricoltori – insiste Coldiretti Puglia - per fare fronte alle nuove sfide ambientali e climatiche e non dipendere dall’estero per cibo e bevande.

La rapidità dell’operazione di erogazione dei finanziamenti (le domande PAC sono state presentate entro il 15 giugno) conferma la validità del lavoro svolto da Agea in sinergia con il CAA Coldiretti che ha supportato le imprese in tutte le fasi della predisposizione e presentazione delle richieste, nonostante la complessità degli adempimenti, i tempi ristretti e le limitazioni degli spostamenti a causa della pandemia.

SONDAGGIO

Ritiene che acquisterebbe cibi sintetici, come carne, uova, pesce o latte, qualora arrivassero sui banchi di vendita?

TERRAINNOVA

 

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi